la rivoluzione di papa francesco

papa bergoglio

Nella lunga conversazione con il direttore della rivista dei gesuiti “la civiltà cattolica” papa francesco illustra la sua visione missionaria, spinge per una riforma della chiesa, rilancia con forza l’accoglienza verso gli omosessuali, i divorziati risposati, mette la misericordia prima della ripetizione dei cosiddetti principi non negoziabili, dall’aborto al divorzio ai matrimoni gay.  la rivoluzione di papa francesco continua a sorprendere il mondo e sta non tanto nelle novità dottrinali quanto nell’andare al cuore del messaggio evangelico, nel modo di porsi della chiesa verso il mondo. “io vedo la chiesa come un ospedale da campo dopo una battaglia. e’ inutile chiedere a un ferito grave se ha il colesterolo e gli zuccheri alti! si devono curare le sue ferite. poi potremo parlare di tutto il resto.” nella nostra società secolarizzata l’annuncio cristiano – sottolinea papa bergoglio – deve concentrarsi sull’essenziale: ciò che appassiona e attira di piu’, la misericordia di Dio verso tutti.  donne che hanno abortito, che sentono il peso drammatico della loro scelta, e dopo anni magari si acccostano con timore al confessionale. gay, che si sentono condannati in quanto tali dalla chiesa.  “una pastorale missionaria non è ossessionata dalla trasmissione disarticolata di una moltitudine di dottrine da imporre con insistenza.  non possiamo insistere solo su questioni legate ad aborto, matrimonio omosessuale e uso dei metodi contraccettivi. questo non è possibile…  Il parere della chiesa del resto lo si conosce e io sono figlio della chiesa, ma non è necessario parlarne in continuazione.” insomma il papa vuole una riforma della chiesa, che non ha tempi rapidi, ma la prima riforma deve essere quella dell'”atteggiamento”. i ministri del Vangelo devono essere persone capaci di riscaldare il cuore delle persone… di saper dialogare. il popolo di Dio vuole pastori e non funzionari o chierici di stato.  e poi su di se: “posso dire che sono un po’ furbo, so muovermi, ma è vero che sono anche un po’ ingenuo. ma la sintesi migliore è che sono un peccatore al quale il Signore ha guardato”. VEDI IL SERVIZIO DEL TG2

Annunci

~ di Giovan Battista Brunori su 20 settembre 2013.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: