Francesco e il diaconato femminile

papa suore

Tg2  12 5 2016  ore 20,30

Che le suore avessero un feeling speciale con papa francesco lo si era visto già a Napoli, l’anno scorso quando il pontefice era stato affettuosamente preso d’assalto dalle suore di clausura. E anche oggi un annuncio sul via libera del papa ad una commissione di studio sul diaconato femminile nella chiesa delle origini, che potrebbe avere risvolti storici, è  avvenuto proprio durante un botta e risposta di Francesco con 900 religiose dell’Unione Internazionale delle Superiore Generali, in vaticano.

Tra le domande poste da alcune suore ce n’è stata una in particolare che ha scatenato il dibattito: perché – è stato chiesto al pontefice – la Chiesa esclude le donne dal servire come diaconi? le donne servivano come diaconi nella Chiesa primitiva e dunque perché- hanno suggerito le religiose – non istituire una commissione ufficiale che possa studiare la questione?

Francesco non si è tirato indietro – ha risposto che tempo fa aveva chiesto un parere a un buon saggio professore, che aveva studiato le figure di queste diaconesse nei primi secoli del cristianesimo. ma – ha aggiunto Bergoglio – non gli era ancora chiaro quale ruolo avessero. E dunque se la figura del diacono, maschio, anticamente presente nella chiesa, è stata recuperata con il Concilio Vaticano II, la figura delle donne diacono – storicamente accertata – è rimasta dai contorni poco chiari.

Il papa dunque ha detto sì ad una commissione ufficiale che chiarisca questo punto, “mi sembra utile” ed ha aggiunto: “le donne diacono sono una possibilità per l’oggi”.

Attualmente i diaconi maschi, il primo gradino del clero, possono essere sposati, possono benedire le nozze e le esequie, ed amministrare i battesimi, ma non possono confessare i fedeli, né celebrare l’eucarestia. Il servizio dei diaconi è principalmente nel servizio della carità. Ma nelle zone del mondo dove mancano sacerdoti ai diaconi già oggi vengono affidati compiti rilevanti nella gestione delle parrocchie. Ma ora per la prima volta il tema delle donne diacono viene posta in questo modo all’attenzione della Chiesa.

Altra cosa è quella dell’ordinazione sacerdotale delle donne, che lo stesso pontefice in passato aveva decisamente escluso.

Il pontefice tuttavia in passato aveva negato decisamente aperture sul sacerdozio, come aveva ribadito il 28 settembre 2015 durante il volo di ritorno dal viaggio negli Stati Uniti. Tuttavia – ha aggiunto ora – papa francesco, la Chiesa oggi ha bisogno che le donne entrino nel processo decisionale, e anche che possano guidare un ufficio in vaticano.

La Chiesa, ha aggiunto, deve infatti “coinvolgere consacrate e laiche nella consultazione, ma anche nelle decisioni perché ha bisogno del loro punto di vista”.

Annunci

~ di Giovan Battista Brunori su 14 maggio 2016.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: